Ortofrutta Paganini
L'aziendaL'azienda
I nostri prodottiI nostri prodotti
I funghiI funghi
Le verdure di stagioneLe verdure di stagione
RicetteRicette
La nonna diceva...La nonna diceva...
Frutta e verdura per bambiniPer bambini
NewsNews
Lezioni di cucinaLezioni di cucina  
Link utiliLink utili
Aiutaci a migliorareAiutaci a migliorare
ContattaciContattaci

Le proteine

Una delle componenti fondamentali dell'alimentazione infantile è data dalle proteine, che vengono assimilate dall'organismo, fin dai primi mesi, attraverso il latte. Durante lo svezzamento è indispensabile continuare a introdurre nella dieta alimenti altamente proteici che consentano una crescita equilibrata e uno sviluppo corretto.

Le proteine sono sostanze naturali appartenenti maggiormente al mondo animale, anche se sono presenti anche in quello vegetale. Le proteine animali si trovano nelle carni, nei formaggi, nelle uova, nel pesce. Le proteine vegetali so trovano nei legumi (fagioli, ceci, lenticchie, fave, soia), nella frutta secca (mandorle, noci, nocciole) e nei cereali.

Proteine animali o vegetali?

Le proteine animali sono completamente utilizzabili dal nostro organismo. Contengono tutti e 7 gli aminoacidi essenziali.
Le proteine vegetali sono incomplete, ma facendo un pò di attenzione si possono associare i cibi (pasta e legumi, latte e pane, pizza margherita) si possono ottenere anche dal mondo vegetale i 7 aminoacidi essenziali che vengono forniti dal mondo animale.

A cosa servono?

  • Gli aminoacidi, che le compongono, vengono utilizzati dall'organismo come "materiale da costruzione" per le cellule
  • Sono i componenti principali dei muscoli
  • Rendono possibile la formazione dei tessuti
  • Sono determinanti nello sviluppo e nel funzionamento degli organi interni
  • Forniscono energia
  • Alcune hanno compiti "specializzati": agiscono contro le infezioni, aiutano la coagulazione del sangue e favoriscono la circolazione di ossigeno nel corpo.

Detto questo più di qualcono potrebbe essere tentato di far assumere ad un bambino eccessive quantità di proteine. L'eccessivo consumo di proteine non migliora la crescita ma anzi sovraccarica fegato e reni.
Esiste quindi una nuova tendenza nell'ambito della dietetica a scoraggiare il consumo proteico indiscriminato che si faceva in passato. Gli studi attuali evidenziano un'esagerata presenza di proteine animali nella dieta dei bambini italiani, sia nel periodo dello svezzamento sia più avanti, fino all'età scolare e all'adolescenza.

La pediatria moderna raccomanda l'assunzione di proteine vegetali e animali nella stessa quantità. Studi e statistiche dimostrano, purtroppo, un netto sbilanciamento a favore delle proteine animali.

Abituarsi al corretto succedersi degli alimenti nel menù settimanale è molto importante. Altrettanto fondamentale è imparare a offrire al piccolo porzioni adeguate, senza insistere perché mangi quantitativi di cibo sproporzionati alle sue reali esigenze. A due anni (figuriamoci prima!) i pediatri raccomandano una quota di 40-50 grammi al giorno di carne o pesce.
Meglio evitare, quindi, l'obbligo della "fettina" da un etto: meno della metà può bastare.

Fonte: http://www.tuttobimbi.it
"Mangiar bene per crescere bene" di Lia Rossi Prosperi



AVVERTENZA: Le informazioni qui contenute sono fornite solo a scopo educativo. Non si intende fornire suggerimenti per diagnosi o trattamento di malattie.

Torna indietro