Limone

Valori nutrizionali per 100 g di prodotto
Calorie  11 Kcal
Colesterolo  0 mg
Acqua  89,5 g
Proteine  0,6 g
Grassi  0 g
Carboidrati  2,1 g

Il limone è un frutto tra i più utili. Certo, la sua polpa è un po' troppo acida per essere mangiata così com'è, e allora si utilizza il succo, col quale si insaporiscono quasi tutti i cibi, dai pesci ai frutti di mare, dalle insalate ai dessert di frutta e ai gelati. Una buona abitudine è quello di usarlo al posto del sale proprio per condire le insalate. Oltre a contenere una buona dose di vitamina C, il succo del limone ha anche proprietà disinfettanti perché contiene acido citrico. Il limone ha un posto importante nella storia della medicina. Nei secoli passati, infatti, i marinai passavano lunghi mesi in mare, e spesso si ammalavano di una grave malattia, lo scorbuto, causata dalla mancanza di vitamina C nella loro dieta. Quando si scoprì che per prevenire lo scorbuto bastava mangiare regolarmente dei limoni, non ci fu nave che partisse senza un bel carico di limoni nella stiva!

Dove cresce

Ci sono molte varietà di limoni, ma è piuttosto difficile distinguerle l'una dall'altra. Sono chiamati limoni solo quelli che maturano dopo la prima fioritura delle piante, tra la metà di settembre e il maggio successivo. Le due successive fioriture e maturazioni danno rispettivamente origine ai bianchetti, maturi tra febbraio e maggio, e i verdelli da fine aprile a settembre. Le varietà di limoni italiane sono sette. Quella più diffusa è detta dei femminelli comuni, viene dalla Sicilia e ha succo abbondante. Nella penisola sorrentina crescono gli ovali di Sorrento, una vera specialità dalla scorza particolarmente oleosa, profumata e inconfondibile, da cui deriva lo squisito limoncello .
La regione italiana che produce più limoni è la Sicilia. Oltre all'Italia, altri forti produttori di limoni sono la Spagna, Israele, l'Egitto, la Repubblica Sudafricana e l'Australia.
Si può trovare tutto l'anno
Il limone è originario dell'India. Fu introdotto in Europa dagli Arabi circa 1000 anni fa.

Come sceglierlo e conservarlo

I limoni con la buccia di colore giallo intenso sono di solito più maturi e meno acidi di quelli più verdini o chiari. Si conservano abbastanza bene anche fuori dal frigo anche se, tenuti in frigo, rimangono succosi e mantengono più a lungo la carica di vitamina C.

Proprietà

Per usufruire appieno delle loro numerose proprietà dietetiche e terapeutiche, occorrerebbe mangiarli maturi e con la scorza (i limoni in commercio il più delle volte sono raccolti verdi e trattati con difenile o altri conservanti chimici). La scorza contiene olio essenziale (a base di limonene, citrale, cumarine e flavonoidi) che ha proprietà antisettiche utili in molte affezioni dell'apparato respiratorio e urogenitale.
Possiedono elevate percentuali di acdo citrico (mediamente il 6 % ) il quale viene metabolizzato in prodotti che alcalinizzano l'organismo depurandolo e ringiovanendone i tessuti.
Il succo del limone posto per 10-15 minuti in un bicchiere d'acqua è in grado di uccidere gli eventuali bacilli del tifo e del colera in essa contenuti. Il loro potere antisettico e il sapore acidulo (che consente di ridurre la quantità di sale) li rendono un condimento ideale perle insalate. Alcune gocce in un cucchiaio di acqua costituiscono un buon collirio. Sono controindicato solo nei soggetti gravemente ammalati di insufficienza epatorenale.
Nel caso se ne ingeriscano quantità eccessive per lunghi periodi, possono esercitare un'azione decalcificante (fanno precipitare i calcio-ioni).
Sono indicati per la cura di processi catarrali, reumatismi, artriti, uricemie, emorragio, emofilie, infezioni intestinali,, diarree, nevralgie, arteriosclerosi. Hanno proprietà depurative, espettoranti, antisettiche, astringenti, toniche (per il fegato), digestive.

Il limone amico in cucina

Fina dai tempi degli antichi romani si conoscevano le proprietà del limone, frutto unico nel suo genere, che riassume in sé sia il gusto agro che quello dolce. Il limone in cucina è protagonista non solo dei patti di pesce o dei dolci, ma anche di profumati primi, paste e risotti, delicati antipasti, secondi gustosi a base di carni bianche o rosse. Per ammorbidire la carne di tacchino o di pollo, per preparare a dovere bistecche o braciole prima del barbecue, una marinata di limone e olio, insaporita con aromi vari, sale e pepe, è davvero l'ideale.

Fonti:

www.educazionealimentare.net
"Combinazioni alimentari Salute è… associare correttamente gli alimenti" Edizioni Demetra
www.donnad.it

Consulta il dizionario se qualcosa non è chiaro



Torna su

AVVERTENZA: Le informazioni contenute nella scheda presente sono fornite solo a scopo educativo. Non si intende fornire suggerimenti per diagnosi o trattamento di malattie.