Mela cotogna

Valori nutrizionali per 100 g di prodotto
Calorie  69 Kcal
Colesterolo  0 mg
Acqua  75 g
Proteine  0,5 g
Grassi  0,5 g
Carboidrati  10,1 g

Per i botanici, il cotogno si chiama Cydonia oblonga (sin. Cydonia vulgaris), parente stretto di arbusti e alberelli ornamentali, come il cotogno del Giappone (Cydonia japonica) che non produce frutti commestibili.
Il fatto che, nel linguaggio comune, si parli di "melo cotogno" e di "pero cotogno", è un piccolo errore dovuto al fatto che i frutti del cotogno, secondo le cultivar, possono assumere la forma di una mela o di una pera. L'unica parentela accertata con gli altri due fruttiferi sta nell'appartenenza alla stessa famiglia, quella delle Rosaceae, e alla stessa sottofamiglia (Pomaceae). All'errore lessicale si può ovviare imparando a riferirsi alle cotogne con i termini di "frutti maliformi" e "frutti piriformi". La distinzione è utile quando si desidera approfondire la conoscenza delle numerosissime varietà di cotogno in coltivazione e si scopre che le cultivar di Cydonia oblonga pyriformis hanno polpa meno acidula e più profumata rispetto a quelle di Cydonia oblonga maliformis. E raggiungono dimensioni maggiori. Tra le piante nei vivai specializzati, si può scegliere la "Gigante di Vranja" e la "Lescovats", piriformi; "del Portogallo" e "Champion", se si preferiscono le maliformi.

Curiosità

Per la mitologia greca il frutto del cotogno, il pomo d'oro dedicato a Era (Giunone) era simbolo di amore e fecondità. Quest'immagine è rimasta immutata anche per le culture che hanno seguito quella ellenica, tanto che, quasi fino al secolo scorso, la cotogna ha continuato a rappresentare nelle tradizioni e nei riti nuziali la promessa di fedeltà. Regalata alla sposa, si diceva che rendesse più felice la sua prima notte di nozze e la aiutasse a concepire un figlio di grande ingegno. Ai giorni nostri, solo pochi estimatori di prodotti naturali mettono ancora una cotogna nel cassetto per profumare lenzuola e biancheria, ma tutti conoscono la cotognata, quella delizia da tempo diventata una raffinatezza autunnale dell'arte conserviera.

Dove si trova

In Europa vegeta nelle regioni meridionali, cioè nelle zone più temperate: lo troviamo lungo la costa della ex Jugoslavia, nel centro meridionale Adriatico, in Spagna e in Portogallo.

Consumo

Le cotogne sono frutta di polpa coriacea però profumatissima le cuim sostanze costituenti, da quanto risulta dalle analisi, sono più o meno similari alla mela, però contrariamente a questa non è edibile allo statiìo crudo. DI conseguenza il consumo della cotogna può avvenire solo previa l'elaborazione confetturiera di marmellate, cotognate, mostarde, gelatine e sciroppi.

Proprietà

Purtroppo la frutta delle nostre cultivars non ha il caratteristico valore biologico dell'analoga frutta delle piante di vegetazione spontanea delle regioni dell'Asia Minore la quale è commestibile anche allo stato crudo. La cotogna delle cultivars invece diviene commestibile previa una elaborazione confetturiera, con ciò, anche se preparata in composta risulta comunque l'effetto della sua funzione biofisiologica sull'organismo la quale è : stomachica, eupeptica, epatica ed astringente, pertanto si consiglia negli stati di inappetenza, nei casi di difficile digestione, nelle affezioni del fegato, in tutti i processi gastroenterici o di enterocolite, nelle diarree specie nei bambini e negli anziani. E' indicata anche contro il vomito, negli stati di scialorrea, nelle forme catarrali, nelle leucorree.
Utilizzando il succo del frutto acido centrifugato si esercita un'azione tonica sul sistema ghiandolare linfatico, oltre a solgere un'azione rigeneratrice e riparatrice di tutte le attività dell'organismo, pertanto viene indicato negli stati di decrescenza delle difese vitali.

Fonti:

"La nuova dietetica" di Luigi Costacurta
www.verdeoggi.it

Consulta il dizionario se qualcosa non è chiaro



Torna su

AVVERTENZA: Le informazioni contenute nella scheda presente sono fornite solo a scopo educativo. Non si intende fornire suggerimenti per diagnosi o trattamento di malattie.