Cantharellus Lutescens
detto anche finferla

Tutte le specie del genere Cantharellus sono caratterizzate dalla parte inferiore del cappello che presenta, al posto di vere lamelle, delle grossolane piegature. Il riconoscimento delle varie specie si basa, oltre che sui colori, proprio sulla forma di queste pieghe e sull'osservazione di quanto esse siano in rilievo.
Il Cantharellus Lutescens presenta nella parte inferiore pieghe e venature molto basse, poco in rilievo. I colori sono variabili, ma di solito il cappello Ŕ grigio-bruno e tutta la parte inferiore, gambo compreso, Ŕ giallo-arancione. Il fungo, piuttosto piccolo e cavo all'interno, ha nel complesso l'aspetto di una trombettina. Una delle caratteristiche peculiari di questo fungo Ŕ data dall'insieme dei colori, vivacissimi.
Nessuna specie tossica, se osservata, assomiglia alle finferle; tuttavia, dato che si tratta di funghi di piccole dimensioni, la raccolta viene sovente fatta in "massa", senza l'osservazione di ogni esemplare. Occorre quindi riesaminare con attenzione i funghi, prima di consumarli, per vedere se in mezzo Ŕ finito accidentalmente qualche funghetto dei generi Cusonia o Leotia, piuttosto tossici.

Habitat e distribuzione

Cresce a gruppi numerosissimi dall'inizio dell'autunno fino ai primi geli, sotto conifere (specialmente pini) in boschi umidi; cresce anche ai margini dei boschi.

Raccolta e conservazione

La raccolta deve avvenire assolutamente a mano e mai utilizzando attrezzi come pettini o rastrelli.
La conservazione dopo la raccolta non presenta problemi dato che le finferle sono molto resistenti. Inoltre si tratta di funghi che si prestano ottimamente all'essicazione.

Come si cucina

Nonostante la poca carnositÓ questo fungo si presta a tutte le preparazioni. Le finferle sono delicati funghetti molto ricercati per condire i primi piatti e per i risotti. Inoltre sono adattissimi per le frittate e le zuppe e utilizzabili con successo anche sott'olio o conservati al naturale.


Fonti:
"Funghi spontanei del Veneto" di Nicola Sitta Ed. ESAV
"Cercar Funghi come conoscerli, come coltivarli, come cucinarli" Fabbri Editore
"Passione di funghi" di Antonio Carluccio Ed. Idea libri



Torna su

AVVERTENZA: Le informazioni qui contenute sono fornite solo a scopo educativo. Non si intende fornire suggerimenti per diagnosi o trattamento di malattie.